Blague

paste-mandorle-e-pistacchi.jpg

C’era uno che non faceva niente in casa.

  La moglie gli diceva:

Cammeeeeelo c’e’ da riparare il lavandiiiino

e lui:

Giuaaannna, ca ti pare ca sugnu idraulico???”

. . . e si leggeva il giornale.

“Cammeeeeelo c’e’ da riparare il frullatoooore”

“Ohu ca ti pare ca sugnu elettricistaaa???”

 “Cammmeeeeeelo, c’e’ da puliziare i muuuuri”

“Giuaaanna, ca ti pare ca sugnu mbianchinuuu???”

. . .e si beveva la sua birra…

 Un giorno il marito torna a casa e trova tutto a posto, lavandino riparato, mura ridipinte, frullatore funzionante,

e la moglie rilassata in poltrona a fumare na sigaretta.

“Ma che succiriu?”

“Nenti arruvau chiddu ru pianu di sutta e ci fici fari tutti cosi,appoi ci rissi: come mi posso sdebitare?E iddu m’arrispunniu, signoora, non si preoccupi, mi po ddari quacche pasta ti mandorla e di pistacchio oppure fare l’amore con me”

“Ah carino, e gliele hai date le paste?”

“CAMMMMMEEEEELO, MA CA TI PARI CA SUGNU PASTICCEEERAAAAA????”

13 Responses to “Blague”


  1. 1 barbie 3 ottobre 2007 alle 18:51

    Il titolo è francese non a caso…
    …la barzelletta arriva da Ken direttamente da Parigi

  2. 2 francesca 3 ottobre 2007 alle 19:38

    😀 bellissima😀

  3. 3 offender 3 ottobre 2007 alle 21:11

    vecchiotta ma in siciliano fa sbellicare

  4. 4 Andrea 4 ottobre 2007 alle 7:35

    questa me la segno…

  5. 5 loto 4 ottobre 2007 alle 7:57

    Davvero divertente, in siciliano poi!

  6. 6 leucosia 4 ottobre 2007 alle 9:10

    🙂 non c’è niente di meglio che iniziare la giornata col sorriso sulle labbra!:-)

  7. 7 Michela 4 ottobre 2007 alle 9:52

    concordo: in dialetto è insuperabile!

  8. 8 Il cantastorie errante 4 ottobre 2007 alle 10:34

    Minchia picciotti! questa bazzelletta iè fottissima quannu tonnu
    a casa cià cuntu a ma mugghieri iè ppì sicurezza ci dumannu se avi
    lavori per la casa ca ci fazzu iù. Sapiti comè megghiu accuntintari
    la propria mugghiera!!!!! nun si sà mai.

    Baciamo le mani donna Barbie.
    Il cantastorie errante

  9. 9 paoletta 4 ottobre 2007 alle 11:33

    BENE, il tuo Ken già lo sa,
    io quando avrò un marito mi ricorderò di raccontargliela, uomo avvisato mezzo salvato!!!😉

  10. 10 Raspa 4 ottobre 2007 alle 13:28

    Il Cantastorie ha colto la morale in pieno😀
    Ora la mando u’ marituzzu…
    R.

  11. 11 Fabioletterario 4 ottobre 2007 alle 13:44

    E ovviamente la storia è in dialetto stretto di Parigi, vero?🙂

  12. 12 francescaxxxc 4 ottobre 2007 alle 16:17

    …insomma…ben gli sta a questo “ometti”….divertentissima!!!!🙂

  13. 13 Chiara 4 ottobre 2007 alle 19:27

    Ciao Barbie.Molto divertente,come del resto u sicilianu!Buona serata


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger cliccano Mi Piace per questo: