La giusta Collera

alberi-secchi.jpg

C’era una volta una creatura alla quale il pessimo carattere aveva provocato difficoltà enormi e la perdita di buoni amici. Si avvicinò ad un vecchio saggio coperto di stracci e gli domandò:

“Come potrò mai riuscire a tenere sotto controllo questo demone della rabbia?”

 

Il vecchio gli consigliò di raggiungere una lontana oasi riarsa nel deserto, di sedere tra gli alberi secchi e di raccogliere l’acqua salmastra per i viaggiatori che vi si fossero avventurati.

E l’uomo, nel tentativo di vincere la sua collera, andò nel deserto fino al posto degli alberi secchi. Per mesi, avvolto in mantelli e nel burnus per proteggersi dalla sabbia, raccolse l’acqua salmastra e l’offrì a tutti quelli che passavano. Trascorsero gli anni, e non soffriva più di accessi di collera.

Un giorno arrivò all’oasi morta unno scuro cavaliere, e lanciò un’occhiata altezzosa all’uomo che gli offriva l’acqua in una ciotola. Il cavaliere disprezzò l’acqua torbida, la rifiutò, e riprese a cavalcare.

L’uomo che aveva offerto l’acqua andò subito in collera, tanto da esserne accecato, afferrò il cavaliere, lo tirò giù dal suo cammello e lo uccise. Immediatamente con dolore comprese di essere stato consumato dalla collera.

Ed ecco cosa accadde poi.

D’improvviso un altro cavaliere arrivò al galoppo. Guardò in volto il morto ed esclamò:

“Allah sia ringraziato! Hai ucciso l’uomo che stava andando ad assassinare il re!”

E in quel momento l’acqua torbida dell’oasi si fece limpida e dolce e gli alberi secchi dell’oasi diventarono verdi e si ricoprirono di gemme.

Annunci

15 Responses to “La giusta Collera”


  1. 1 barbie 20 novembre 2007 alle 11:46

    Questa è una storia medio-orientale.
    In verie versioni viene narrata da sufi, buddisti e indù.
    Appartiene alla categoria delle storie che parlano del compimento di un atto proibito o non sancito per redimere la vita.

  2. 2 francesca 20 novembre 2007 alle 12:29

    Ciao Barbie,
    un pò mi ricorda la storia del padre che regala i chiodi al figlio, comunque è interessante, come sempre, profonda, e bella.
    Buon martedì.

  3. 3 melania07 20 novembre 2007 alle 12:57

    Ciao, cara Barbie. Ti leggo con interesse.
    Buona giornata anche a te.
    Melania

  4. 4 Raspa 20 novembre 2007 alle 13:01

    La collera secondo me è sempre deleteria. Ti fa dire e fare cose di cui poi ti penti.
    C’è anche chi non è in grado di pentirsi perchè non riesce ad affrontare se stesso. E questo è ancora peggio. C’è chi di collera e astio si nutre lasciando che questi sentimenti siano gli arbitri della propria vita e del rapporto con gli altri.
    Di giusta collera si può al limite parlare se una persona viene indotta ad esternare la propria rabbia in seguito a gravi torti, non siamo santi e la rabbia fa parte della gamma di sentimenti che proviamo, però
    deve essere una cosa estemporanea i cui effetti poi non siano più pesanti del torto subito.
    R.

  5. 5 fulvia 20 novembre 2007 alle 13:27

    COLLERA,AVIDITA’,IMPAZIENZA,
    sono, secondo la religione Buddista,impedimenti per un cammino di LUCE.
    La “collera” è sempre cosa pericolosa perchè non ci permette di tenere a bada certi impulsi che,lasciati liberi possono fare danni irreversibili anche contro la volontà stessa di chi ne è fruitore.Ciononostante c’è una “collera giusta”,scaturita per le azioni degli altri che oltraggiano la persona con la prepotenza,l’inganno,il soppruso,l’ingiustizia.Lo sdegno che si prova è sacrosanto come la collera che nè subentra.Bisogna semplicemente “organizzarla” affinchè diventi ENERGIA COSTRUTTIVA per distruggere chi ha operato per fare del male! Ciao,Bianca 2007

  6. 6 offender 20 novembre 2007 alle 14:52

    La storia è carina anche se non ho potuto fare a meno di pensare al mitico cavaliere nero di proietti 🙂

  7. 7 Andrea 20 novembre 2007 alle 15:04

    Ciao Barbie, in effetti ho avuto una urgenza in ufficio ed inoltre avevo un argomento spinoso di cui parlare quindi ci ho messo un po’…
    La storia che racconti mi fa’ venire in mente il detto “non tutto il male viene per nuocere”… Magari a volte anche le emozioni e i sentimenti negativi possono aitarci a vivere meglio…
    Buona giornata 🙂

  8. 8 Fabioletterario 20 novembre 2007 alle 15:05

    Io quando mi arrabbio vado fuori di me…

  9. 9 zauberei 20 novembre 2007 alle 15:29

    Mi piace un sacco codesta storiellina terapeutica. Der tipo incazzate poco ma quanno nerita che fai cosa giusta! La collera è, a prescidere. Anche non esprimerla mai è un problemaccio. Perchè diventi subdolo, e molto più inaffidabile di un onesto iracondo.

    Ps che nun ze vede che so’ un’onesta iraconda?
    PPPP

  10. 10 dawor*** 20 novembre 2007 alle 16:45

    l’uomo è un miserabile assassino – è la realtà – non facciamo che uccidere da mattina a sera – dawoR***

  11. 11 xeena 20 novembre 2007 alle 18:01

    Collera, fa parte della giornata di tutti noi ma 5 minuti al giorno non di piú.

  12. 12 Oscar Ferrari 21 novembre 2007 alle 11:40

    La giusta collera, la giusta guerra, tutte scuse per ammazzare gente

  13. 13 mayraglouis 21 novembre 2007 alle 13:24

    cara Barbie, io ti lascio il mio pensiero, un’opinione che so che accoglierai, coem tu fare, prima di rispondere ed aggiungere, tue preziose parole: la collera vomitata ed irruewnta non è mai “bene” soprattutto se colpisce inevitabimente il prossimo, magari un innocente, coinvolto ingiustamente. Ma la collera va sempre riconosciuta ed espressa, bisogna trovare il modo di incanalarla ed farla uscire da noi: in essa c’è tanto di noi. Tanto che non conosciamo, dove è nascosta una strada, che vuole essere percorsa e che porterà alla vera LIBERETA’.
    Ti auguro una splendida giornata
    Buona vita, saggia amica
    🙂
    Mayra

  14. 14 francescaxxxx 22 novembre 2007 alle 8:30

    ..una bella e sana “incazzatura” liberatoria a volte fa proprio bene!
    Si vede che sono una collerica nata???


  1. 1 frozen beverages Trackback su 15 aprile 2015 alle 20:21

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: