domenica d’agosto che freddo fa

 

Che quando stai in cima al vulcano di notte per guardare le stelle ti senti padrona del mondo.

E guardi in basso, e vedi la città, e quel luccichio di giallo, bianco, rosso, che sembra in movimento, a tempo di vento, intermittente, e vedi i grandi centri, e le luci in fila della pista dell’aeroporto, e poi buio, in zone disabitate, e poi nuovi paesi, lungo tutto il Golfo di Catania, e arrivi fino ad Augusta…e ti manca il respiro…

E allora guardando il cielo aspetti una stella, che quasi hai paura ti cada sulla testa, tanto è vicina, e ringrazi per quello spettacolo, per quel freddo in piena estate a pochi minuti dalla città, per quella città che senti bruciare nel cuore come quel fiume di fuoco poco più in là, per quel mare che ti inonda in ogni dove, lasciando quel gusto salato che è il sale della vita, per quel tetto limpido e puntellato di bianco, che come lacrime scendono, una alla volta…

…e desideri, tempo per vivere ancora quell’emozione così unica, per condividerla, per trasmetterla…

perché è la natura dell’uomo su questa terra, desiderare, vivere, e condividere…

 Ho dedicato un paio di ore del mio tempo a riappropriarmi del mio tempo, ascoltare il mio battito, purificare il respiro di aria buona, ed il mio spirito di propositi…

Perché la terra vista dal cielo è lì che ti chiama, se nel silenzio riconosci il richiamo, sei pronto, chiedi un passaggio ad una stella, e tuffati nelle meraviglie del mondo.

 

8 Responses to “domenica d’agosto che freddo fa”


  1. 1 melania 5 agosto 2008 alle 0:08

    Hai ragione Barbie cara.
    Sembri leggermi nei pensieri.
    Proprio in questi ultimi giorni riflettevo e pensavo.
    Sono un paio di anni che non vedo stelle cadenti, ma la cosa peggiore è che non le cerco.
    Tutto da rifare, vedrò di rimediare.
    Ero abituata a vedere e cercare le stelle cadenti con un uomo al mio fianco. forse non è detto. forse serve solo a me.
    un forte abbraccio

  2. 2 Raspa 5 agosto 2008 alle 12:18

    Mai tempo speso meglio mia cara.
    La foto da solo una pallida idea della meraviglia che i tuoi occhi hanno visto.
    R.

  3. 3 Dona 5 agosto 2008 alle 21:10

    basta fermarsi a guardare… non servono alture o che il sole vada a dormire… basta concedersi tempo e le emozioni non tarderanno a venire.
    Un caro saluto
    Dona

  4. 4 giulia 6 agosto 2008 alle 18:48

    Sì…bisogna dare tempo alle emozioni… Grazie, Giulia

  5. 5 Oscar Ferrari 6 agosto 2008 alle 23:23

    e pensa che io, la prima volta che mi hanno invitato a guardare le stelle ca´ddenti avevo paura che mi morsicassero

  6. 6 Andrea 7 agosto 2008 alle 14:23

    Che bel post… veramente toccante… Un abbraccio Baribie!!! Buon Ferragosto!!!🙂

  7. 7 Robert . 9 agosto 2008 alle 11:12

    Come sei romantica. Effettivmaente conosco molto bene la zona, è davvero stupenda specialmente di sera. Mi capita speso di venire in Sicilia. Ciao. Robert.

    Complimenti per il tuo romanticismo. O devo dire nostalgia di quacosa?

  8. 8 barbie 10 agosto 2008 alle 12:33

    @ Robert: grazie…per entrambi!!!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger cliccano Mi Piace per questo: