Knots

 

Un tempo, quando Giovanni era piccolo,

voleva star tutto il tempo con sua mamma

e aveva paura che se ne andasse via,

 

più tardi, quando fu un po’ cresciuto,

voleva starsene via da sua mamma

e aveva paura che

lei lo volesse avere con sé tutto il tempo,

 

quando fu grande s’innamorò di Maria

e voleva stare con lei tutto il tempo

e aveva paura che se ne andasse via,

 

quando fu un po’ più in là con gli anni

non voleva stare con Maria tutto il tempo,

aveva paura

 

che lei volesse stare con lui tutto il tempo,

e che avesse paura

che lui non volesse stare con lei tutto il tempo.

 

Giovanni fa paura a Maria minacciandola di lasciarla

perché ha paura che lei lo lasci.

 

(Tratta da una raccolta di poesie dal titolo Knots (Nodi) di R. D. Laing, 1970, tradotta in italiano nel 1974 da Camillo Pennati, Einaudi, Torino. I protagonisti di questa “storia di tutti” sono indicati coi nomi di Giovanni e Maria. La loro storia viene ricostruita attraverso alcune “tappe” memorabili. Alla base del brano scelto la dinamica madre/figlio e uomo/donna come ricerca di attaccamento e distacco)

 

Annunci

14 Responses to “Knots”


  1. 1 melania 10 settembre 2008 alle 23:28

    Bedda,
    hai postato qualcosa di bellissimo.
    emozionante e anche di più.
    ho latitato un po’, ma non del tutto.
    sto postando qualcosa.
    dopo che lo leggerai capirai uno dei motivi della mia apparente assenza.
    ma tu lo sai bene che ci sono.
    comunque.
    baci belli belli

  2. 2 melania 10 settembre 2008 alle 23:39

    sei una Stella… lo sai vero?
    è vero, proprio vero.
    posto qualcosa che mi serve, sai come faccio io e credo anche tu.
    anche se un po’ doloroso e non so se tutti riusciranno a capire.
    so che tu comunque capirai.

  3. 3 melania 11 settembre 2008 alle 0:24

    credimi e non lo dico per falsa modestia.
    non sono una “grande donna”.
    sono una donna.
    con mille problemi.
    solo che ho deciso di affrontarli questi maledetti problemi.
    per me stessa, per mie figlie, per le persone che amo.
    notte notte

  4. 4 francesca 11 settembre 2008 alle 11:11

    Giovanni e Maria forse hanno solo paura
    di vivere felici e contenti tutto il tempo!

  5. 5 Tito Sartori 11 settembre 2008 alle 11:20

    Paura, attaccamento, distanza. L’abbraccio che dà vita può essere mortifero. Mi sa che ci ragiono per qualche giorno. Bellissimo spunto…

  6. 6 gasta 11 settembre 2008 alle 12:42

    Cara barbie,
    sono entrato nel tuo blog proprio per via del tuo nome. Perchè qualcosa sulle Barbie anch’io l’ho scritto. Anche se non centra nulla con il post, eccolo qua http://gastaldology.blogspot.com/2007/10/la-castit-dei-castrati-i-caraibi-sono.html
    ciao!

  7. 7 gasta 11 settembre 2008 alle 12:45

    o, in effetti, qualcosa con il tuo post c’entra….

  8. 8 pilotino 12 settembre 2008 alle 12:11

    la paura fa fare un sacco di cazzate!!! ma rende vigili…

  9. 9 Raspa 12 settembre 2008 alle 12:47

    la paura ti fa perdere un sacco di cose…
    Buon uichend signori’!
    zr

  10. 10 barbie 13 settembre 2008 alle 11:47

    Giovanni pensa
    di non sapere
    ciò che lui pensa
    che Maria pensa
    che lui non sa.
    😉

    Ciao a tutti, buon we, e riposate!!!

  11. 11 silvia 14 settembre 2008 alle 21:56

    Succede purtroppo che per paura di non essere amati si allontana la persona a cui si tiene di più.

  12. 12 solostupidestorie 30 ottobre 2008 alle 17:26

    Ho paura di essere lasciata, ho paura a lasciare, ho deciso rimango sospesa! E a Maria cosa succede?

  13. 13 barbie 30 ottobre 2008 alle 22:54

    Non lo so…
    …mi piace credere che Maria lo lasci…
    …a rimanere sospesi alla fine non vivi!!!

  14. 14 maria 19 novembre 2008 alle 18:02

    qst blog fa schifo e poi a me le barbie nn piacciono!!
    sl quelle belle fatte bn mi piacciono di barbie ma poi qst blog nn parla neanche di barbie.
    la prossima volta cercati 1 altro sito x bubblcare il tuo schifoso blog stupido\a!!!!!!!!

    :=(

    OoO mary OoO


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: