Taccuino rosso

 

Io ho un taccuino rosso.

Lì butto giù le mie ricerche, i miei studi,

opinioni, commenti e riflessioni.

Ci sto mettendo grinta e determinazione per riempirlo,

e rileggendo poi sto bene,

perché ogni cosa trova il suo giusto posto, la sua collocazione, nella mia testa e nei miei pensieri.

Ma, attenzione!!!

Questo non è un diario segreto,

uno sfogo per sogni, fantasie e desideri inconfessabili.

E’ realtà, alla quale resto ben salda e ancorata, coi piedi per terra.

Non è luogo di perdizione e io non mi perderò nuovamente nel mondo dei sogni, resto qui ed ora,

sto allargando la mente e sto imparando forse qualcosa,

potrò provarlo sulla mia persona o lasciar perdere,

metterlo al servizio di chi ne avrà bisogno,

e vivere.

Annunci

24 Responses to “Taccuino rosso”


  1. 1 pani 14 settembre 2008 alle 22:10

    anche il mio è rosso!

  2. 2 francesca 15 settembre 2008 alle 12:04

    Molto pratica, poche chiacchiere, e azione, che chi dorme non piglia pesci…
    Trasmetti questo tipo di energia.
    Buona settimana.

  3. 3 Fabioletterario 15 settembre 2008 alle 13:20

    Il mio è nero… E resta sigillato… Ho quasi paura ad usarlo…

  4. 4 auryness 15 settembre 2008 alle 18:17

    io ho fogli sparsi in tuttte le borse, scrivo tutto dappertutto, scontrini, tovagliolini, volantini. domani è il mio compleanno magari qualcuno me la regalerà una bella agendina SERIA! 🙂 buona settimana!

  5. 5 pilotino 15 settembre 2008 alle 21:10

    anche noi ne abbiamo uno…aggiornato giorno per giorno tipo diario di bordo… 😉 ed è rosso ducati!!!

  6. 6 Maury 15 settembre 2008 alle 22:34

    Ciao Barbie ben ritrovata!!!
    Taccuino??? Mai avuto un taccuino…… piuttosto centinaia di post-it sparsi ovunque!!!!! Sì lo so fanno un po’ disordine, ma sai è così che ragiona la mia testolina!!
    Besitos
    Maury

  7. 7 Bakunin 16 settembre 2008 alle 8:22

    Come Mao…che tenerezza! 😎

  8. 8 basteuch 16 settembre 2008 alle 10:21

    Ciao Barbie! Eccoci di ritorno. 😉 bella mossa il taccuino, dove trovi il tempo di scrivere così tanto lo sai solo tu, però… anche noi abbbiamo provato a tenerlo un taccuino, ma alla fine ce lo siamo cucinato con patate e un goccio di bianco 😀

  9. 9 riccardo 16 settembre 2008 alle 12:30

    Io non ho un taccuino ma penso che sia molto interessante la tua “idea” di taccuino (non importa, infatti, che esso sia un oggetto reale): voglio dire il fatto di saper riflettere e sognare senza perdersi nei propri sogni, nei propri pensieri.
    O meglio, sognare per agire; del resto, tante nostre azioni sono dei sogni realizzati, non ti pare?
    Vivere con la persona che amiamo, creare della musica, leggere o scrivere i libri che ci piacciono, avere un vero dialogo con amici degni di questo nome, lottare per un mondo più giusto.
    Ciao,
    Riccardo

  10. 10 cielolibero 16 settembre 2008 alle 15:18

    Ci scrivi anche i buoni e i cattivi?

  11. 11 barbie 16 settembre 2008 alle 15:56

    @ pani: bene, siamo due!
    @ francesca: e proprio questo volevo! Buona settimana anche a te
    @ Fabioletterario: sul colore non discuto, ma faresti bene ad aprirlo ogni tanto, è terapeutico…
    @ auryness: beh, il taccuino a cui mi riferisco io è più un regalo che dovresti farti tu stessa. Tanti auguri comunque, lo ricordo, sono 23!!!
    @ pilotino: bello il diario di bordo…anche il rosso ducati
    @ Maury: bentrovato, quanto tempo!!! Eh ma dovresti mettere un pò di ordine in quella testolina…pensa un pò al supermercato con tutti gli scaffali in disordine…besitos
    @ Bakunin: non lo so come mao…che stronzata che ho detto! 🙂
    @ basteuch: beh, due foglioline di basilico e facevate il tricolore 😉
    @ riccardo: caspita, complimenti!!! Hai colto nel segno!!! Si vede che sei un filosofo. Ciao.
    @ cielolibero: certo che si, quindi fai il bravo 😉

  12. 12 Irish Coffee 16 settembre 2008 alle 16:10

    scrivere per ricordare
    scrivere per imparare
    scrivere per migliorare
    scrivere ha tanti pregi, ogniuno di noi dovrebbe annotarsi quelle cose importanti che durante la giornata ci passano per la mente
    molte di queste un domani possono tornare utili
    buon pomeriggio 🙂

  13. 13 barbie 16 settembre 2008 alle 16:20

    @ Irish Coffee: mih, giorno di grandi ritorni oggi, eh?
    Bentornata anche a te…io annoto sempre tutto.

  14. 14 francesca 16 settembre 2008 alle 18:37

    il mio è nero, ma lo uso allo stesso modo…:)Baci

  15. 15 Irish Coffee 16 settembre 2008 alle 20:53

    🙂 se fosse un diario il mio sarebbe bianco, forse è ora di iniziarlo..
    anche io ricordo, un nome che mi è difficile dimenticare 🙂
    grazie, dopo le vacanze pian piano si torna a passeggiare
    a leggere le persone incontrate tempo prima..
    buona serata 🙂

  16. 16 melania 17 settembre 2008 alle 0:06

    scrivo dove capita e quando mi capita.
    ho una buona memoria e questo mi aiuta.
    ho avuto un taccuini, anzi ce l’ho ancora.
    sul comodino.
    lo utilizzavo mentre scrivevo ogni volta che mi veniva un’idea.

    bedda… latito un po’.
    ma piano piano ritorno. comunque ci sono.
    e ho appuntato qualcosa. il 23 settembre.
    serata di mal di pancia, mal di stomaco, mal di tutto.
    insomma… serata di quelle.
    abbraccio grande.
    ho guardato la luna e ho pensato alla mia cara Barbie sulla sua isola.

  17. 17 arthur 17 settembre 2008 alle 10:50

    Non ho un taccuino, anche se l’idea di possederlo mi ha sempre attirato.

    Ho piuttosto tante cose scritte e da un anno, anche tanti commenti in blog che sono come degli appunti sparsi, come dei post-it lasciati a metabolizzare dei discorsi, dei pareri, o soltanto sensazioni, emozioni, stati d’animo.
    Poi ho le mie foto e i miei filmati, che meglio di un taccuino mi riportano a momenti passati che nel presente trovano giovamento, come una memoria difficile da dimenticare.

    Ma ho soprattutto la memoria dell’oggi, e per quella non mi servono appunti.

    *** ti ho letto da Elle e allora… eccomi qua.

  18. 19 Elle 17 settembre 2008 alle 14:15

    Ciao Barbie, arrivo qui e scorrendo qualche commento qua e là, noto che abbiamo più di qualche “amicizia” (leggi lettore/commentatore) in comune…quando si dice che il mondo è piccolo probabilmente si include in quel “mondo” anche il mondo dei blog 🙂

    Il taccuino che descrivi in questo post ce l’ho anch’io.
    Non lo chiamo diario perchè non lo è, non lo chiamo agenda perchè non ci scrivo i miei impegni o numeri di telefono, quelli li ricordo a memoria, ci scrivo annotazioni sparse, citazioni tratte da libri, qualche sms ricevuto…qualcuno inviato, qualche spezzone di lettere…tracce di passaggi remoti e qualche segno che, come orma sulla sabbia, il tempo ha in parte cancellato.
    Ma scriverle sul taccuino è un po’ come volerle fermare e forse il bello è proprio questo, il confronto a distanza di tempo.
    La condivisione di alcune zone della tua vita o di tuoi pensieri che, reinterpretate, potrebbero rivelare aspetti ancora non colti.

  19. 20 melania 17 settembre 2008 alle 15:08

    Ciao Barbie.
    Ho ancora voglia d’estate.
    Come si fa?
    un abbraccio, forte

  20. 21 barbie 17 settembre 2008 alle 15:28

    @ francesca: beh, l’accoppiamento dei due colori per me andrebbe migliorato… 🙂 baci!
    @ Irish Coffee: e lo so, piano piano si torna un pò tutti dalle vacanze… adesso posso augurarti un buon pomeriggio
    @ melania: il taccuino sul comodino è utile quando vuoi esercitarti a ricordare i sogni. Bedda, lo so che ci sei. Spero che oggi vada un pò meglio, l’estate? potresti partire e seguire l’estate dove lei si sposta, o restare e crearti la tua estate nel cuore. Il 23 settembre è San Pio da Pietralcina 😉
    @ arthur: eccoti qua. Da Elle ci sono capitata qualche giorno fa per un richiamo francese, ma credo che mi ci troverai ancora. Benvenuto qui e grazie per il complimento alla foto
    @ Andrea: mah! Potrebbe essere un’idea rivoluzionaria…ci sono dei diritti di autore che dovrei chiedere ma ci penserò
    @ Elle: è proprio la ricerca di aspetti ancora non colti che mi muove alla condivisione del mio taccuino… benvenuta anche a te!

  21. 22 xeena 18 settembre 2008 alle 11:31

    Io scrivo tutto sul mio cellulare mentre passeggio con il “porco cane” che tira come un cavallo, l’altro giorno ho rischiato il crash 🙂 c’era una buca pazzesca.
    Baci Barbie 🙂

  22. 23 roberto 20 settembre 2008 alle 17:01

    Io mio e nella mia testa,sai quanta confusione!
    Un caro saluto
    Roberto


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: