Archive for the 'Attualità' Category

E va bene così…

portone

 

Devo chiudere anche qui, a causa di una persona che vorrei leggesse tutto il post, perchè è scritto solo ed esclusivamente per lei.

Traslocherò da qualche parte, e sarà mia cura mandare il mio nuovo indirizzo a chi mi ha letto da sempre, ma anche a chi è passato di rado, lasciando un commento, un saluto, insomma a tutti coloro di cui dispongo del contatto mail…

se ci fosse qualcuno che mi legge ma non si è mai rivelato, può lasciare anche un breve commento e avrò l’indirizzo a cui mandare il mio.

Non credo che tornerò, ma di sicuro adesso è chiuso!

Continua a leggere ‘E va bene così…’

voglia ‘e te

un inedito

A volte l’incapacità o addirittura il desiderio di non staccarsi da una persona o da un fatto spiacevole, altrimenti non è da ricercarsi che nella paura di rivivere una sofferenza simile o ricadere in simile errore in futuro. L’incapacità inoltre di non affrontare e risolvere l’evento è invece da ricercarsi nella paura di imbattersi poi in un evento più grande e più difficoltoso, escludendo a priori che questo potrebbe anche non avvenire mai. E’ come un negare la possibilità di andare avanti restando in una situazione di stallo, vivendo costantemente l’insoddisfazione. Si vorrebbe qualcosa di più, di diverso, si riconosce l’errore e talvolta anche la causa, ma si rimane inerti, immobili.

Non torni indietro perchè prima o poi ti succederà di nuovo.

Non vai avanti, perchè chissà che potrebbe succederti dopo.

Continua a leggere ‘un inedito’

Anche io!!!

 

Le sette e già mi alzo, poi mi preparo il pranzo perchè non mangio a casa mai
ed anche il mio ragazzo si sbatte come un pazzo mi dice stai tranquilla e vai
perchè talvolta cedo e a volte non ci credo, mi sembra tutto una bugia
ma credo in certi sogni che sono dei bisogni e riempiono la vita mia

E quando si organizza la serata tra un bicchiere e una risata fatta in compagnia
mi rendo conto che mi serve poco, che tutta questa vita è un grande gioco

Io sono una donna che crede all’amore che vuole il suo uomo soltanto per sè

voglio essere mamma perchè la mia mamma è la cosa più bella che c’è

mi piace il natale, domenica al mare, poi alzarsi da tavola verso le tre
perchè la famiglia a me mi meraviglia, mi piglia,
vorrei farne una da me.

La mia generazione se aspetta la pensione può darsi non arrivi mai
col mutuo resti sotto allora c’è l’affitto per una vita pagherai
ma non mi piango addosso e accetto il compromesso,
mi godo quel che ho
perchè la vita è un dono ed io credo nel buono di quel che ho fatto e che farò.

E quindi amici non si può mollare, io continuerò a sognare una casa che
che abbia un balconcino con le piante e un angolo cottura bello grande.

Io sono una donna che crede all’amore che vuole il suo uomo soltanto per sè

voglio essere mamma perchè la mia mamma è la cosa più bella che c’è

mi piace il natale, domenica al mare, poi alzarsi da tavola verso le tre
perchè la famiglia a me mi meraviglia, mi piglia,
vorrei farne una da me.

Il tempo di un rosso del semaforo

mano

 

Mi sono quasi commossa ieri sera quando hai insistito che restassi con te.

Potevi andare a casa e poi tornare fuori a fare una sana chiacchiera, quella che solo tra compari ci si capisce, e io ero solo passata per un saluto, e non mi sentivo affatto in forma…non ho saputo dirti di no, e sono contenta, perché mi ha fatto bene.

A me bastava il tempo di un caffè, non mi serviva altro, ma in fondo sapevo che non era vero.

E ti vedevo dallo specchietto retrovisore che parlavi al telefono e facevi le smorfie, e pensavo quanto sono felice di conoscerti e di volerti bene.

E’ bello avere conferma delle proprie scelte, e tu lo sei.

 

A mano a mano

Immaginecu 002

 

ricordo di ogni inizio settembre

candela

 

Mi manchi.

Gli anni passano e adesso sono già 5 ma il tuo ricordo resta ancora vivo nel mio cuore, e chi l’avrebbe detto?

Ma chi poteva dire tutto quello che è successo, chi…

…saremmo stati presenti nei momenti importanti, quelli naturali, della vita, e ci saremmo supportati e sopportati, rispettati, stimolati, confrontati e anche scontrati, ma sempre lealmente…

…e magari tante cose non sarebbero successe, o forse si, e tu, come me, avresti comunque mantenuto un contatto…

…invece quell’autobus ha avuto fretta di fermarsi e tu distrattamente non sei sceso in tempo, e così sei andato via.

5 candeline mancate, auguri, buon compleanno.