Archive for the 'Viaggi' Category

E va bene così…

portone

 

Devo chiudere anche qui, a causa di una persona che vorrei leggesse tutto il post, perchè è scritto solo ed esclusivamente per lei.

Traslocherò da qualche parte, e sarà mia cura mandare il mio nuovo indirizzo a chi mi ha letto da sempre, ma anche a chi è passato di rado, lasciando un commento, un saluto, insomma a tutti coloro di cui dispongo del contatto mail…

se ci fosse qualcuno che mi legge ma non si è mai rivelato, può lasciare anche un breve commento e avrò l’indirizzo a cui mandare il mio.

Non credo che tornerò, ma di sicuro adesso è chiuso!

Continua a leggere ‘E va bene così…’

Buongiorno 7 luglio

 

 

Buon giorno 7 Luglio,
a letto i miei pensieri sono già rivolti a te, mia amata immortale, ora lieti, ora di nuovo tristi, nell’attesa che il destino esaudisca i nostri desideri – posso vivere soltanto unito strettamente a te, non altrimenti, sì, ho deciso di errare lontano finché non potrò volare nelle tue braccia e sentirmi perfettamente a casa accanto a te e lasciando che la mia anima, circondata dal tuo essere, entri nel regno degli spiriti – purtroppo così deve essere – ti rassegnerai, tanto più conoscendo la mia fedeltà verso di te, nessuna altra donna potrà mai possedere il mio cuore, mai – mai – O Dio perché doversi allontanare dall’oggetto di tanto amore, la mia vita a V. è ora miserevole – il tuo amore ha fatto di me il più felice e nello stesso tempo il più infelice degli uomini – alla mia età avrei bisogno di vivere in modo uniforme senza scosse – ma è ciò possibile nella nostra situazione? – Angelo mio, mi dicono ora che la posta funziona tutti i giorni – quindi chiudo affinché tu possa ricevere la lettera al più presto – sii calma, solo contemplando con serenità la nostra esistenza potremo raggiungere il nostro scopo di vivere insieme – sii calma – amami – oggi – ieri – Quanta nostalgia, quanto rimpianto di te – di te – dite – mia vita – mio tutto – addio – ti prego continua ad amarmi – non smentire mai il cuore fedelissimo del tuo amato
L.
Eternamente tuo
Eternamente mia
Eternamente nostri”

( Ludwig van Beethoven)

Attesa

LaMatematica

 

Questo posto è un mondo!

Mentre aspetto qui un via vai continuo, uomini, donne, una sfilata di abiti, scarpe, macchine e accessori, tutti veloci come qualcosa di sfuggente…il superfluo…

sguardi finti mi guardano ma non mi vedono, mi consentono appena 10 secondi a testa dei loro discorsi…superflui, come i soldi che hanno, si capisce da tutto qui, che anche la struttura sembra una grande cassaforte…

Immagino, mentre aspetto, e fantastico…

Continua a leggere ‘Attesa’

E’ un vero peccato…di gola!!!

IMG_1401

 

Appena si è parlato di cioccolatini hai cominciato ad avere il mal di pancia, ed è cominciato il periodo più merdoso della mia vita…

…prima era tutto perfetto, nessun disturbo, nessuna carie, nessun calo di zuccheri, scartavamo avidi una caramella dopo l’altra e ne mangiavamo ingordi l’uno dalle mani dell’altro, ci nutrivamo, dei più dolci e succosi sapori fruttati e anche no, ed eravamo felici…

…poi il cioccolato, al latte è troppo presto, e fondente fa abbassare la pressione…

siamo collassati, abbiamo fatto digiuno, poi di tanto in tanto abbiamo osato qualche caramella per rimetterci in forze, per recuperare energie, ma guai a toccare il cioccolato che già ti vengono le bolle, forse sei allergico, e allora è un problema.

Si perchè vedi? Io voglio il cioccolato!

Continua a leggere ‘E’ un vero peccato…di gola!!!’

Una buona lettura

Caro A, due righe giusto per ringraziarti, di aver portato nel nostro giro “un posto nel mondo”. Come avevo promesso a M quando me l’ha prestato, mi sarebbe bastata una settimana per leggerlo, infatti ho finito ieri sera. Mi è piaciuto e mi ha stravolto, ho riso e ho pianto, non come avrei voluto, perché sento ancora dentro un ribollire che vuole venire fuori, ma non ho fretta. Ieri all’uscita dallo stadio mi hai chiesto se mi ero divertita, se l’avevo fatto la sera prima in pizzeria e se l’avrei fatto oggi, beh, forse nelle ultime uscite non tanto, ma mi sono divertita una settimana, poco alla volta, la sera, nella lettura, oggi mi sto divertendo in piccoli pensieri per alcune persone cui voglio bene per regalargli un sorriso, questa mail è il mio regalo per te, spero che ti faccia piacere. Se non ci vediamo prima divertitevi in viaggio, e se puoi portami una cartolina che faccio collezione.

Un bacio, Barbara.

Continua a leggere ‘Una buona lettura’

sms

Lasciami pure in testa alla rubrica

 

Ti voglio bene anche perché a volte dimentichi il blocco tastiera del telefonino, e dentro la tua borsa, tra mentine, documenti e oggetti vari, partono squilli, talvolta anche sms.

Non sono voluti, ma mi danno un senso di vicinanza.

Sorrido ogni volta e ti immagino nella tua folle vita, spesso di corsa, tra mille faccende.

Non sei l’unica a cui capita ed io ho un nome da inizio elenco.

I tuoi contatti però per me sono speciali.

Stamattina il tuo squillo è stato il primo sorriso della giornata, il secondo leggendo la tua già in movimento.

Talvolta ho consigliato un nuovo modello di cellulare o di inserire una nuova voce con la A per essere prima di me.

A te no!

Potrei arrivare a sentire la mancanza delle tue sviste

😉

Settembre

 

Oggi mi sento come un fiume in periodo di secca dopo un we di piogge battenti.

Il settembrino bellino.

Questo mese mi appartiene, da sempre.

Da piccola lo spremevo al massimo, la fine dell’estate, gli ultimi giorni di mare, le gare di nuoto prima della chiusura del lido, poi più in là il bagno vestiti, i nuovi diari della scuola da scambiarsi con gli amici, lasciare una dedica, una firma, un cuoricino con una freccia, i giorni degli addii, degli arrivederci alla prossima estate, della serie non cambiare, stessa spiaggia stesso mare, il primo giorno di scuola, spesso legato a me, o a mio padre, alle nostre candeline, ora comincio a capire perché io avessi voglia di vederle aumentare, lui paura…

Poi il periodo dell’università. Settembre è diventato un mese qualunque, meno mare, meno amici, meno amore, qualche giorno cerchiato in più da ricordare, questo primo settembre, il compleanno di un amico, che purtroppo oggi non c’è più, il mese degli appelli dopo un’estate che come si fa a studiare con questo caldo, ho mantenuto il desiderio di crescere, e a settembre crescevo ogni anno di uno…

Ed eccoci qui a questo settembre che è appena cominciato ed è ancora tutto da scrivere.

 Mi sento più contenta, che agosto è finito, che tanto posso ancora andare a mare perché il tempo qui lo permette, che intanto comincia il primo fresco, l’aria è più pulita, le idee più chiare, gli intenti precisi, è il mese delle sagre, dei sapori, dei colori, il mese dei fichidindia e del pistacchio, della candelina, che quest’anno ricomincia da uno.

Come un fiume che ricomincia a scorrere.

Buon lunedì, buona settimana e buon settembre a tutti.

Giro di boa

 

Ho fatto una calata, senza fermarmi sono andata avanti anche oltre me, mi sono spinta fin dove l’immaginazione e la fantasia, i desideri e i sogni naturalmente mi portavano, sono scesa nel profondo e lì ho raggiunto i miei obiettivi, tutti, e sono stata felice.

Da un paio di giorni sono tornata a casa, con la mia realtà e con i suoi aspetti, è finito il riscaldamento.

Guardo in su e penso che ora comincia la salita, il ritorno a tutto quello che con gioia ho costruito per  esorcizzarlo lasciandolo poi lì al suo destino.

Togliendo i massi grossi e spianando un po’, aspettando la marea, a coprire.

Ho affrontato l’onda, l’ho cavalcata e ho girato la boa.

Quando poi la marea si ritirerà tornerò al mio mondo sommerso, cercherò un punto con i verdi germogli e lì costruirò la mia casa nel bosco.

Quest’anno è così

 

Stamattina alzandomi mi è venuta voglia di vacanza.

Quest’anno è andata un po’ così, tra chi è partito in viaggio di nozze, chi le ferie se le è prese a luglio, e chi ha deciso di farsele per i fatti suoi, mi ritrovo alla fine di questo agosto anonimo e di questa estate a tratti interessante, ma per lo più deludente…

…e ancora non ho fatto una vacanza…

Un viaggetto di tre giorni sotto la voce “Lavoro” e niente altro.

A questo punto mi fermo a pensare, cosa mi serve per partire???

Un tempo, una meta, una compagnia.

Tempo no problem, capita in un momento che ne ho anche troppo, la meta alla fine ci si accorda, non cerco mica i carabi.

La compagnia.

Comincio a scorrere nella rubrica delle persone “Eppure ci farei una vacanza”.

Nemmeno il tempo di scorrerla tutta, come se avessi acceso un segnale di fumo e fosse stato colto, senza che io facessi nulla mi arrivano da più parti degli inviti.

In questo momento dispongo di:

un giro in barca a vela, sole, mare e pesce fresco,

qualche giorno a Lampedusa,

un’avventura alla Thelma & Louise

Ora non mi resta che decidere.

Potrei conciliare più cose, che spesso le cose non troppo organizzate sono quelle che riescono meglio, oppure pazientare un mesetto e spararmi un regalo di compleanno e di fine estate.

Si accettano consigli, suggerimenti, e controproposte!

J


La strada

Una strada può essere lunga o corta ma se non fai il primo passo sicuramente sarà lunghissima (Autore Giapponese)
luglio: 2020
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

mi leggete da qui

free counters

musica